Newsyblog

Alfa Romeo Giulia: perché lei e non le tedesche?

10|mar|2016
 
Interessante !
4 ! 6 ?

Siamo agli sgoccioli.

Presto troveremo la nuova Alfa Romeo Giulia nelle concessionarie. Finalmente anche l'Italia torna a competere nel campo delle berline premium di segmento D.

L'ennesimo tentativo di rinascita del marchio del biscione si sta concretizzando passo dopo passo. Un primo, piccolissimo, step è stato realizzato con la creazione della 4C: una sportiva dura e pura, pensata per la pista e in piena filosofia Alfa Romeo: pochi cavalli, tanta leggerezza. Adesso è il turno del primo vero passo, quello destinato alla produzione di massa (di 4C ne vengono prodotte appena 3500 l'anno): la nuova Giulia, l'auto per la gente comune, destinata a grossi volumi di vendita e a fare cassa per aiutare l'obiettivo di Marchione ad ultimare l'intera gamma italiana entro il 2020.

Quello che ci chiediamo tutti è: può la Giulia competere contro i più blasonati marchi tedeschi? Possiamo dare una prima risposta a questa domanda con alcuni dei dati che ci sono stati rivelati all'ultimo Salone di Ginevra.
Mettiamo le auto a confronto ed osserviamo cosa ne viene fuori:

Alfa Romeo Giulia 2.2 Multijet

Peso: 1374kg
Potenza: 180 cv
Coppia: 450 Nm
Accelerazione: 6.9 secondi
CO2: 99 g/km
Consumo: 3.8 l/100km

BMW Serie 3 320d
Peso: 1430 kg
Potenza: 190 cv
Coppia: 400 Nm
Accelerazione: 7.3 secondi
CO2: 111 g/km
Consumo: 4.2 l/100 km

Audi A4 2.0 TDI
Peso: 1450 kg
Potenza: 190 cv
Coppia: 400 Nm
Accelerazione: 7.7 secondi
CO2: 111 g/km
Consumo: 4.3 l/100 km

Mercedes Classe C 220

Peso: 1475 kg
Potenza: 170 cv
Coppia: 400 Nm
Accelerazione: 7.7 secondi
CO2: 103 g/km
Consumo: 4 l/100 km

Da questo rapido confronto, è facile notare come il marchio italiano sia ben all'altezza di competere nel suo settore (lo ricordiamo: segmento D premium. Molte volte si confondono taglie e misure!). Settore che, seppure dominato dai brand tedeschi, desta l'interessa di altri costruttori in grado di presentare prodotti d'alta qualità. Prendiamo in esame anche la giapponese Infiniti e l'inglese Jaguar:

Infiniti Q50 2.2d

Peso: 1590 kg
Potenza: 170 cv
Coppia: 400 Nm
Accelerazione: 8.7 secondi
CO2: 114 g/km
Consumo: 4.3 l/100 km

Jaguar XE 2.0

Peso: 1550 kg
Potenza: 180 cv
Coppia: 430 Nm
Accelerazione: 7.8 secondi
CO2: 109 g/km
Consumo: 4.2 l/100 km

I dati parlano chiaro. Certo non valgono tutto, aspettiamo con ansia le prove su strada ma ancor più di provare noi stessi le berline in questione.

Perché la carta è importante, ma l'asfalto... di più!


Interessante !
4

 

Rispondi al Sondaggio

Quale berlina D-premium sceglieresti?


  1. Alfa Romeo Giulia
  2. BMW Serie 3
  3. Audi A4
  4. Mercedes Classe C
  5. Jaguar XE

E tu che ne pensi?

Lascia un commento e partecipa alla conversazione su: