Newsyblog

Web writer freelance: cosa serve per iniziare

13|giu|2016
 
Interessante !
3 ! 1 ?

Sono sempre di più coloro che per scelta e per necessità provano ad intraprendere la professione del web writer freelance, il libero professionista che mette a disposizione dei clienti (aziende, brand, attività, siti e blog) le proprie competenze nel produrre contenuti (solitamente testuali) da pubblicare e diffondere in Rete.

Cosa serve per iniziare una carriera da web writer?

Una premessa molto importante: devi capire se fa per te (a parte il saper scrivere bene in italiano). A prescindere dall’attività in sé, essere un freelance significa entrare in una logica molto particolare. Il modo di lavorare da “imprenditore di sé stesso” è ben differente di quello del dipendente. Anche se il web writer freelance apparentemente non ha un superiore, in realtà nella sostanza è come se ne avesse molti, e sono tutti rappresentati dai propri clienti. Per lavorare efficacemente da web writer autonomo serve una grande capacità organizzativa al fine di gestire uno degli aspetti più delicati: il tempo. Inoltre è necessaria anche una spiccata pro-attività nell’essere sempre in grado di cercare nuovi clienti, così come bisogna essere in grado di sapere dire “no” quando le richieste dei clienti non sono favorevoli. Quindi, prima di capire cosa serve per iniziare correttamente il tuo lavoro da web writer freelance, chiediti se hai l’attitudine giusta, la predisposizione mentale a svolgere questo tipo di lavoro. Se ancora non hai trovata la risposta, continua a leggere il post per capire se dentro di te scorre il sangue di un novello web writer, o se ti eri fatto più un’idea del tipo: non c’è lavoro? Faccio il web writer freelance! Tanto che ci vuole a scrivere qualche articolo online... In quest’ultimo caso andrai probabilmente incontro a grosse delusioni e sarà molto difficile che la produzione di contenuti per il web diventi la tua attività principale.

L’organizzazione del lavoro

Lavorare da freelance significa gestire in autonomia il proprio tempo e renderlo quanto più produttivo possibile. Avere la capacità di una chiara organizzazione del lavoro è un grande vantaggio che può fare risparmiare tempo e fatica, inoltre ti aiuta a prenderti del tempo per rifiatare, svagarti e coltivare altre tue passioni, attività che inevitabilmente rischiano di finire in secondo piano (spesso anche in maniera esagerata) rispetto al lavoro. Potendo lavorare a qualsiasi ora e da qualsiasi posto (per molti basta avere il proprio PC e una connessione internet), il rischio del freelance è di lavorare in maniera incessante dimenticandosi di tutto il resto. Il consiglio è di aver una chiara organizzazione del lavoro, magari stilando settimana per settimana un piano delle proprie attività e dei progetti in corso, calcolando bene i tempi che servono per rispettare consegne e scadenze (anche per evitare le “nottate”). Saper lavorare il tempo “giusto” così da ritagliarsi il tempo per lo svago, gli amici e la famiglia, è necessario anche per la propria salute, fisica e mentale.

Il calendario editoriale

Per un web writer freelance un utile alleato del proprio lavoro è il calendario editoriale. Quando si hanno più clienti riuscire a stare dietro alle esigenze di tutti può diventare molto complicato, a maggior ragione se non si procede con metodo, chiarezza e organizzazione. Il calendario editoriale è un piano nel quale viene segnato cosa va pubblicato, dove va pubblicato, e quando va pubblicato. Si tratta dunque di una programmazione certosina del lavoro del web writer, che consente di avere una metodologia quanto più efficace possibile per portare al termine il proprio lavoro nel migliore dei modi.

La cassetta degli attrezzi

Insieme al calendario editoriale, il lavoratore freelance deve attrezzarsi con una serie di strumenti utili a facilitare e rendere più semplice il proprio lavoro. Costruire la propria cassetta degli attrezzi, da aggiornare in maniera costante e continuativa, è un’attività tanto importante quanto necessaria. In Rete esistono tantissimi tools per aiutare il freelance nelle sue attività: dalle app per tenere in ordine i conti che gestisce con l’emissione delle fatture, a quelle per ridurre le distrazioni sul nostro computer, oppure dai programmi di fotoritocco per la realizzazione delle immagini, al misuratore di tempo dedicato ad ogni progetto che aiuta nell’organizzazione delle mansioni richieste dal committente. A proposito di strumenti utili ai freelance ti consiglio di leggere questo mio post.

Promuovi te stesso!

Oltre al lavoro per i propri clienti, il freelance lavora anche per sé stesso. Ciò significa investire tempo e risorse nelle attività di personal branding, curando nei minimi dettagli un proprio sito/blog personale che consenta di farsi conoscere sul web, allo scopo di attirare naturalmente i nuovi clienti con contenuti efficaci e un’adeguata presentazione. Dovrai considerare il tuo blog come una boutique in cui vendi il tuo saper fare, ovvero la produzione di contenuti internet.

Il tema relativo alla promozione di un blog merita un approfondimento dedicato… Leggi come puoi promuovere il tuo blog in Rete. E se hai capito che il mestiere di web writer ti scorre nelle vene, dai un'occhiata alle offerte di lavoro del settore.

Questo articolo ti è sembrato Interessante? Vota il mio post come “Interessante!” per favore, e rispondi al mio sondaggio: mi aiuterai a promuovermi su Newsyblog ;)


Interessante !
3

 

Rispondi al Sondaggio

Web writer freelance: chi è il tuo peggior nemico?


  1. I pessimi clienti
  2. Le scadenze da rispettare tassativamente
  3. Il compenso: modesto o saltuario
  4. Il giudizio dei colleghi
  5. L’assenza di feedback iniziali