Newsyblog

Lavoro digitale? Si, anche per l'agricoltura

11|lug|2016
 
Interessante !
0 ! 0 ?

Il digitale ha cambiato il modo di lavorare aprendo nuovi settori e nuove opportunità per i settori già esistenti. Il lavoro “smart” tramite un PC, uno smartphone e una connessione a Internet, molte volte travalica i settori ritenuti più adeguati e idonei ai processi lavorativi tipicamente digitali. Ad esempio, uno di questi settori è l’agricoltura.

Proprio la maggiore consapevolezza delle potenzialità della rete negli ultimi anni, ha aperto nuove possibilità di sviluppo e nuovi mercati, dando nuova linfa all’agricoltura. Non è un caso che molti giovani abbiano trovato lavoro nel settore agroalimentare, anche grazie alla loro capacità di “digitalizzare” professioni che fino a qualche tempo fa erano strettamente ed esclusivamente ancorate al territorio e al lavoro manuale.

Così molti under 35, causa scarsità di occasioni lavorative in Italia, non si sono persi d’anim, e si sono reinventati agricoltori digitali, in controtendenza con le ambizioni di qualche tempo fa. A tal proposito le ultime rilevazioni Istat parlando di un incremento degli occupati in agricoltura del 2,2%, crescita che sale al 3,3% nelle aree del Mezzogiorno.

Che il processo di digitalizzazione dell’agricoltura sia in crescita ma soltanto all’inizio con notevoli margini di crescita, lo conferma anche l’impegno in prima fila di Google, che in collaborazione con Coldiretti e con il Ministero del Lavoro, ha appena lanciato il progetto pilota “Crescere in digitale”. Si tratta di un’iniziativa che punta a promuovere ed esplorare nuove strade e nuove applicazioni della tecnologia digitale al settore dell’agricoltura.

Nello specifico il progetto prevede l’assunzione di oltre un centinaio di nuove figure professionali formate da Google e definite “agriweb advisor”, che opereranno uno per ogni provincia italiana al fine di promuovere la diffusione dell’innovazione e del digitale nelle filiere e nei processi lavorativi dell’agroalimentare. L’obiettivo è di concretizzare l’applicazione di tecnologie robotiche nelle attività pratiche, etichette digitali per i prodotti, utilizzo dei droni per semplificare il lavoro sui campi, valorizzazione degli scarti e molto altro ancora.


Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali sull'Agricoltura digitale


I giovani e l'innovazione in agricoltura


Inoltre non va dimenticato tutto l’aspetto legato al marketing digitale da poter sfruttare come leva strategica per spingere la crescita del settore agroalimentare. Il riferimento è all’ecommerce, al crowfunding, alla promozione tramite sito/blog e ovviamente a quella che passa attraverso i social media.

E allora... Agricoltori e contadini ancora analogici di tutta Italia: cosa state aspettando per diventare digitali anche voi?


Interessante !
0

 

Rispondi al Sondaggio

Quale piattaforma digitale per l’agricoltura?


  1. Social media
  2. App dedicate
  3. Piattaforme e-commerce
  4. Blog
  5. Forum di settore

Approfondisci l'argomento